Notizie Calcetto Manzano - www.calcettomanzano.it

Vai ai contenuti



















Raduno C5 Manzano 1988

www.calcettomanzano.it
Pubblicato da Ufficio Stampa Calcetto Manzano in News · 26 Agosto 2020
Manzano (UD) 26 agosto 2020
Fissato per martedì 1° settembre il raduno del Manzano 1988, che agli ordini del nuovo mister Marco Casarsa si appresta ad affrontare la 33esima stagione di fila con la F.I.G.C. Il "tornado" estivo che ha investito il club gialloblu, con 9 /dodicesimi della rosa che ha salutato la compagnia, oltre allo staff tecnico composto da Massimo Genna e Alessandro Piani, è stato superato in maniera brillante, visto che la dirigenza oltre ad allestire una squadra che darà sicuramente fastidio a tutti è riuscita anche a creare dal nulla la formazione Under 19, unica della serie C regionale che parteciperà al campionato nazionale di categoria. Di tutto questo ne parliamo con il d.s. Mario Marinucci, che dopo 60 giorni in prima linea, sul fronte mercato, si sta godendo qualche giorno di meritato riposo.

D- Mario, riavvolgiamo il nastro e partiamo dall'addio , consensuale, di Massimo Genna che ha sorpreso gli addetti ai lavori, ma a quanto pare non voi.
R- Conoscendo il mister da quasi 30 anni avevamo già intuito quale sarebbe stata la sua decisione a fine stagione, anche se i risultati bene o male gli hanno dato ragione, visto che l'unico titolo assegnato dalla Figc Regionale, la Coppa Italia, l'abbiamo messa in bacheca, c'era nel mister la delusione per non aver ottenuto dai giocatori più rappresentativi quel cambio di mentalità che lui si aspettava e quindi per dare una scossa all'ambiente ha preferito prendersi una pausa .

D- E la scossa, anzi il terremoto è subito arrivato, seguito alla nomina di Marco Casarsa, con l'addio o meglio la rottura con il duo Patti- Zanuttini, una coincidenza?
R- Alle coincidenze nel calcio ci credo poco, fermo restando che i giocatori in questione sono stati lanciati a 15/16 anni nel calcio a 5 dal nostro club e che con noi hanno condiviso gioie e delusioni per molti anni, dimostrando sempre sul campo un grande senso di appartenenza ai nostri colori, mi è dispiaciuto molto questa rottura con i vertici della società, ma devo rimarcare che il nostro club dal punto di vista tecnico è chiamato a fare delle scelte ed in 33 anni le ha fatte sempre in maniera autonoma senza l'avallo dei tesserati, poi di scelte ne abbiamo sbagliate parecchie ma se finora siamo la società in attività con il maggior numero di stagioni in serie B, 15, e con il maggior numero di titoli in bacheca,9, qualche volta ci abbiamo pure visto giusto.

D- Comunque alla fine questi giocatori ed altri, vedi Zalaschek, sono andati a rinforzare Futsal Udinese e Tarcento, ovvero due vostre contendenti per il titolo.
R- Non credo personalmente che Futsal Udinese e Tarcento siano nostre concorrenti per il titolo, in quanto vincere il campionato non rientra tra le nostre priorità, abbiamo deciso di puntare sul settore giovanile creando dal nulla l'Under 19 che parteciperà al campionato nazionale e stiamo allestendo la scuola calcio a 5 con il centro didattico di Manzano, stiamo cercando di fare le fondamenta per un futuro salto di categoria, se la priorità era vincere il campionato invece di fare il settore giovanile investivamo su altri 2/ 3 giocatori di spessore, ma restiamo dell'avviso che bisogna avere delle fondamenta consolidate per provare a riaprire un ciclo in cadetteria.

D- Prima squadra dicevamo ampiamente rinnovata.
R- Si, abbiamo fatto un mix tra giocatori di esperienza come Teixeira, Fevereiro, El Atrassi e Tancos e giovani interessanti che siam riusciti a riconfermare nonostante le molte avance ricevute, parlo dei due Filippo, Bertolato e Costantini; tra i pali due innesti Nicola Fanigliulo e Gabriele D'Osualdo che andranno a far compagnia a Andrea Cattarin che dopo due stagioni sfortunate, leggasi infortuni, ha recuperato la condizione fisica. Abbiamo una rosa lunga formata da 18 giocatori che permetterà a mister Casarsa nella massima tranquillità

D- La novità è invece l'Under 19, alle riunioni dei club si parla sempre delle difficoltà a reperire giovani, voi come ci siete riusciti?
R- Lavorando ogni sera, macinando chilometri, ricevendo parecchi no, ma non mollando la presa, alla fine i sacrifici sono stati ripagati con 14 giocatori che compongono la rosa a disposizione del mister Pierangelo Salfa. Son tutti ragazzi che arrivano dal calcio a 11, c'è grande entusiasmo e sono convinto che faremo un buon campionato e che più di qualcuno passerà la prossima stagione in pianta stabile in prima squadra.



© Copyright 2003 A.D.S. C5 MANZANO 1988 - Tutti i diritti riservati
Torna ai contenuti